Art & Design Gallery

Museo PAM

Parete, 8 Dicembre 2018 – Lo storico Palazzo Ducale di Parete (Caserta) riapre le nobili stanze per l’inaugurazione del PAM – Parete Art Museum.

Grande successo per la due giorni inaugurale del PAM (Parete Art Museum), ubicato presso il Palazzo Ducale della Città di Parete (Caserta).

Presentati dal dottor Raffaele Tessitore, nella giornata di sabato 8 dicembre, hanno salutato il folto pubblico arrivato da tutta Italia il Sindaco della Città di Parete, Gino Pellegrino, l’Assessore alla cultura Gilda Grasso, la giovane direttrice del PAM, Assia Iorio, il Presidente dell’Associazione “La Tenda”, Luigi Iavarone, il direttore artistico del PAM, Palo Feroce, e l’On. Gennaro Oliviero, del Consiglio regionale della Campania.

Il progetto museale, fortemente voluto dall’amministrazione comunale ospita tre sezioni d’arte: il Museo della Fragola, primo in Italia nel suo genere, la sezione Territorio e Paesaggio e la sezione d’arte contemporanea e design denominata PAM.

In pratica, sabato 8 dicembre 2018, abbiamo visto nascere un giovane polo museale in Campania, in uno storico Palazzo a confine tra le popolatissime aree geografiche di Caserta e Napoli, di facile raggiungimento stradale, che, già sta programmando il biennio espositivo, arricchendolo di eventi musicali, laboratori artistici e approfondimenti tematici, che faranno del PAM un museo aperto soprattutto alle nuove generazioni.

Attualmente, al PAM, sono esposte alcune opere della collezione permanente, formata da artisti di chiara fama, quali: Giampaolo Talani, Simon Benetton, Tommaso Cascella, Franco Costalonga, Jorrit Tornquist, Carlo Cane, Saturno Butto’, Enrico Manera, Claudio Magrassi, Mario Paschetta, Stefano Lenner, Diego Palasgo, Aniello Scotto, Michela Ezekiela Riba, Matteo Arfanotti, Francesco D’Isa, Maurizio Biondi, Laura Venturi, Fabio Mingarelli, Lidia Bachis, Salvatore Alessi, Stefania Catastini, Biagio Castilletti, Matteo Bosi, Ennio Montariello, Alfonso Coppola, Antonio D’Amore, Andrea Ciresola e Vincenzo Mascia.

Sono presenti, in abbinamento estetico e concettuale con la collezione, le opere che formano la mostra “Proposte per una collezione”, che espone artisti dello spessore di Roberta Serenari, Yumiko Kimura, Severino Del Bono, Jun Sato, Alexander Daniloff, Emiliano Terenzi, Alessandra Angelini, Maddalena Barletta, Carlo D’orta, Ferruccio Maierna, Cristina Iotti, Franco Cortese, Marcello Di Pierro, Giuseppe Persia, Biagio Cerbone, Enrico Milesi, Myriam Risola, Carmine Di Cicco e Gennaro Santaniello.

Per la sezione TRENDI LINE, dedicata alle mostre di altri curatori, critici, artisti e collettivi, c’è la mostra “Philosophical Thoughts”, curata da Barbara Vincenzi (critico e storico d’arte di Ferrara), che ha selezionato i lavori di Michelle Hold, Marco Pili, Emanuela Battisti, Piero Lerda e Tiziana Castelluccio.

La collezione “Design” sarà esposta al prossimo appuntamento PAM, dopo la conferma dei nomi del comitato scientifico ed etico, e sarà curata dal noto architetto e designer Roberto Monte.

Per informazionimuseopalazzoducale@gmail.com