Art & Design Gallery

Paolo Tagliaferro

Paolo Tagliaferro nasce il 25 settembre 1981 a Lonigo, in provincia di Vicenza.
Fin da piccolo appassionato di pittura, anche grazie agli insegnamenti del padre Luigi, inizia il suo percorso artistico eseguendo copie d’autore, principalmente di Caravaggio ma anche di altri pittori del XVII secolo. Frequenta il Liceo Artistico “A. Martini” a Vicenza, per poi conseguire la laurea in pittura presso l’Accademia di Belle Arti “G.B. Cignaroli” a Verona, nel 2007.
Durante gli studi all’accademia, si avvicina all’iperrealismo (corrente pittorica nata negli Stati Uniti negli anni ’70 del secolo scorso).
Le prime sperimentazioni riguardano il genere della natura morta, per poi espandersi alla figura umana, ai ritratti di animali e proponendo anche nature morte con giocattoli moderni e non. Dopo gli inizi, con la partecipazione a concorsi di pittura e mostre nel vicentino, grazie anche all’apprezzamento di critici e galleristi arriva ad esporre alla 54ma edizione della Biennale di Venezia nel 2012, e a collaborare con gallerie d’arte in Italia e all’estero.
Dal 2013 arricchisce la sua esperienza artistica e culturale con l’insegnamento della pittura iperrealista, per poi scrivere nel 2014 un dettagliato manuale tecnico su tale tecnica.

“Il giovane Paolo Tagliaferro trasforma il suo fresco sguardo in immagini evocative di paradisi mai perduti. L’assunto di una fedeltà maniacale al visibile, nelle sue tele si trasforma in un giocoso divertimento per gli occhi, lontano da qualunque inquietudine ed espressionismo manifesto. Il mondo dell’infanzia è evocato con libertà: il colore è abbagliante, la luce è resa con effetti sorprendenti e i contrappunti formali, dal dettaglio esasperatamente fotografico al gioco astratto dei riflessi, realizzati con la coraggiosa audacia di una pura spregiudicatezza giovanile.
A differenza di molti suoi colleghi, infatti, Tagliaferro manifesta una serena e disincantata espressività, giocosa per l’appunto, scevra da quei turbamenti e da quelle introversioni così tipiche in tanta pittura d’oggi, allegra e serena, “pop” in un qualche modo, ma non altrettanto leggera, bensì stupefacente nell’evocativo divertimento fra severità pittorica e allegria espressa nell’immergersi dentro ad immagini che ognuno di noi porta nel proprio ricordo dimenticato.”

Alberto Agazzani

“Paolo Tagliaferro dedica alle sue opere molto tempo.
Entra nel dettaglio con un’accuratezza profondissima, che gli consente di raggiungere risultati di grande effetto, nei quali la realtà trova la sua apoteosi. Sorretto da un amore antico per Caravaggio, l’Artista fa propria la relazione dinamica tra luce e ombra, dando forma a costruzioni pittoriche dotate di notevole valenza poetica. Nel suo lavoro la matrice iperrealista trova una grande affermazione, raggiungendo significativi livelli qualitativi.”

Massimo Centini