Art & Design Gallery

Gumdesign

02

SERAFINO ZANI | Gumdesign | Opera in collezione SHADOW
Sottobicchieri in ottone argentato tagliato al laser – 2009

Il sottobicchiere doppio Shadow è un gioco decorativo per la tavola, uno scherzo al bicchiere che vede la sua ombra trasformarsi nella sagoma di un calice
Set di 2 sottobicchieri. Gumdesign realizza per Serafino Zani un prodotto ironico ma allo stesso tempo poetico, che strappa un sorriso ma fa anche un po’ pensare alla differenza che a volte esiste tra come siamo e come ci vediamo
Materiale: acciaio inox lucido, tagliato al laser
Lunghezza 21,50 x larghezza 9,00 cm

Serafino Zani propone con Shadow un modo spiritoso per decorare la tavola con fantasia. Alla base c’è un gioco di ombre: il bicchiere viene appoggiato su una lamina circolare, e vede trasformata la sua ombra in un calice grazie alla sagoma del sottobicchiere. Questa configurazione ha anche un uso funzionale, visto che la parte allungata perché può essere utilizzata per l’appoggio di una piccola fetta di pane, che invece di esser spesso disposto direttamente sulla tovaglia, troverà così una miglior sistemazione. L’idea è firmata Gumdesign.

GUMDESIGN (1999)
Laura Fiaschi (Carrara, 1977) – designer e grafica Gabriele Pardi (Viareggio, 1966) – architetto
Si occupano di architettura, industrial design, grafica, art direction per aziende ed eventi.
Tra i loro clienti: Bormioli, Codal, De Vecchi, Diamantini&Domeniconi, Fiat, F.lli Guzzini, Invicta, Lavazza, Lefel, Opos, Red Bull Italia, San Pellegrino, Serafino Zani, Silik, Swarovski Italia, Up Group, Vilca, Vivarini, Zeroombra, Yoox.
Ricevono numerosi premi tra cui il Primo Premio al concorso internazionale di creatività “Swiss in Cheese”, il Primo Premio al concorso di architettura per Marinella di Selinunte, il Primo Premio al concorso nazionale “Manifesto per il Carnevale di Torre del Lago Puccini” e tre menzioni speciali al concorso internazionale “Young&Design”; sono fra i designer selezionati per le mostre “Prime Cup” e “New Italian Design” curati dalla direttrice Silvana Annicchiarico per la Triennale di Milano e per l’esposizione “Theater of Italian Creativity” a New York curata da Vanni Pasca.
Alessandro Mendini seleziona per il Design Museum della Triennale di Milano il calice da degustazione Swing; Dyade Ltd invita Gumdesign a rappresentare il design italiano per I.D.E.A. a Londra durante il London Festival Design e il Museo Magma accoglie nella permanente alcuni prodotti disegnati dallo studio.
Dal 2008 seguono la direzione creativa di Cambiovaso per l’azienda Upgroup che ha coinvolto finora 30 designers internazionali ed è stato selezionato per l’Adi Design Index 2009 e per il Compasso d’Oro.
Sono attivi nel settore universitario con lezioni aperte, workshop e collaborazioni con la Libera Università di Bolzano, il Cried di Milano, lo Ied di firenze, l’Università di Pisa ed il Celsius di Lucca.
Le più importanti riviste di settore e numerose pubblicazioni editoriali documentano il lavoro dello studio.
Dinamicità, trasformabilità e versatilità, ironia e gioco sono le caratteristiche percepibili in ogni progetto affrontato dallo studio; progettare e sognare procedono insieme … immaginare, ideare, inventare, creare qualcosa di nuovo e proprio … tutto ciò implica una tensione emotiva che altro non è che sogno!