EXCLUSIVE CONTEMPORARY ART

PAESAGGIO COME MEMORIA – Al Museo PAM

Da domenica, 11 Ottobre 2020, dopo il grande successo per l’inaugurazione della sezione design presso il Museo PAM, ubicato nel Palazzo Ducale di Parete (CE), si rinnova “Presenze Contemporanee_Restart Italy 2020”.

La sezione design, a cura di Roberto Monte, continua ad interessarsi al paesaggio, in continuità con le linee programmatiche museali e nell’ambito di un filone di indagine e ricerca su temi di sostenibilità ambientale e sociale. Paesaggio come memoria, difatti, è il secondo appuntamento della sezione design, dove il paesaggio, come medium tra noi e il mondo, diventa memoria di se stesso e al tempo stesso fuori e dentro di noi. Il paesaggio si fa memoria negli spazi interni, intimi e domestici, negli oggetti. 

In esposizione al PAM “Paesaggio come memoria” avrà un open-lab dedicato ad artisti emergenti che fino al 22 novembre prevede talk e performance in un’ottica di interlocuzione con le realtà locali mediante workshop e laboratori atti a costruire legami di collaborazione con il territorio. 
Difatti, da domenica 11 ottobre a domenica 22 novembre, per la sezione design “Frame 02” saranno esposte le realizzazioni di: GUMDESIGN, Roberto Monte, Ermanno Cavaliere, Domenico Orefice, Diego Chilò Peotta Arredo, MONADE.STUDIO, Lorenzo Guzzini, Pierpaolo Lista, Paolo Mezzadri MetalliFilati, laTENDA.Lab, Cristina Milito Pagliara, Corradino Garofalo, Endogenous Lab by C.Plenzick e K.Krupka Presenze Contemporanee” continua anche con l'arte contemporanea, a cura di Paolo Feroce, responsabile delle collezioni PAM, il quale persegue con tenacia e passione l’ambizioso obiettivo di far diventare l'evento un appuntamento costante nel panorama italiano e internazionale per la promozione e la discussione sul senso dell’arte e del fare arte oggi. 

In esposizione per la sezione pittura, denominata “Passaggi Introspettivi”, espongono in abbinamento col design artisti quali Raffaele Canoro, Costantino Di Renzo, Francesco Zefferino, Luisa Russo, Sabrina Milazzo, Cristina Iotti, Paolo Repetto, Tina Sgrò, Antonio Diana, Sebastian De Gobbis, Gennaro Santaniello, Dora Romano, Enzo Rossi, Nina Esposito e Carlo D’Angiolella. 

Naturalmente saranno visibili anche alcune opere della collezione permanente, inserite in percorsi logici e tematici, formata da Maestri quali Franco Costalonga, Jorrit Tornquist, Ariel Soulé, Yumiko Kimura, Saturno Buttò, Simon Benetton, Tommaso Cascella, Jun Sato, Enrico Manera ed altri nomi.